C’era una volta un gruppo di fantamister che voleva andare a Barcellona e, con la scusa dell’asta del fantacalcio, combinarne, come si suol dire, una più di Bertoldo, ma comunque sempre una meno di Mana in quel di Darmstadt, per chi sa a cosa mi riferisco.

Ma per un motivo o per l’altro si rese impossibile attuare il piano di sbarco in Catalunya a lungo sognato.

“Poco male” – disse uno dei mister – tanto il Barcellona non è più Campione d’Europa, la Spagna è in fase calante del suo ciclo e ne ha presi 3 dal Brasile.

Ora so già cosa potrebbe succedere se lasciassimo a Kranz l’opportunità di interpretare la morale di questo remake della favoletta di Esopo, già me lo vedo, bicchierone di rosè alla mano urlare: “No Barcellona? Allora tutti in Brasile a fare l’asta a Copacabana…spiaggia, mare, festa, poi aereo fino a Monaco di Baviera giusto in tempo per l’Oktoberfest!!”

A questo punto, seriamente parlando, Boves si conferma capitale indiscussa del fantacalciomercato e del rosè di Provenza, e l’asta dovrebbe aver luogo domenica 1 settembre (o eventualmente anche sabato 31 agosto).

Stay tuned.