Leggo:”Si è rotto Bendtner”.

Penso:”Ah”.

Leggo:”Non giocherà per 2-3 mesi”.

“E…quindi?”

Non capisco cosa dice quest’articolo, dove vuole arrivare il cronista.

“Aaaaaaah!” Penso.

“E’ da leggersi al contrario!. Bendtner non giocherà per qualche mese e allora si è rotto il cazzo. Beh, ma è logico, è il caso di farne un articlo intero?”

“No, forse voleva dire che, essendosi rotto, starà fuori per un po’, e partirà svantaggiato nella caccia al record di Messi, 90 gol o giù di lì…”

“No –  ripenso – non è nemmeno così. E’ molto più semplice, vuol dire quel che c’è scritto: Bendtner si è rotto, si è infortunato, punto”.

“Ah.”

 

 

 

“Aspetta. Ora avrà più tempo libero…quasi quasi gli chiedo se mi va acomprare una dolcevita tipo quella che aveva addosso il 27 di agosto alla sua presentazione alla Juve…non so mai che cazzo regalare a Natale a mio padre, e di girare per negozi chi c’ha voglia?”

Annunci