“MI SONO ROTTO IL CAZZO DELLA PANCHINA, VOGLIO GIOCARE. E SE PER GIOCARE DEVO ESSERE CEDUTO, VOGLIO ESSERE CEDUTO. SUBITO”

E’ una notizia fresca di oggi, uno sfogo delle ultime ore, ma il bomber della Football Factory queste parole le pensa, le medita, le trattiene da mesi, da molte settimane nelle quali con il massimo impegno e con dedizione ha sempre cercato di dare il suo contributo alla causa del fantacalcium. E 7 gol non sembrerebbero pochi a nessuno, nemmeno a chi è abituato ai vari Milito, Eto’o, Totti e compagnia bella. Ma per Mister 40 forse non è abbastanza, o forse Maccarone è uno di quei giocatori “invisibili”, che nonostante i gol passano sempre dietro, superati dal bomberino di turno pompato da media e manager senza scrupoli.

Va detto però che mister 40 di solito è attento allo spogliatoio, sa valutare bene le sue scelte, quindi i veri motivi delle frequenti esclusioni di Big Mac restano, ai più, un mistero.

Annunci