È sotto pressione Josef beppe Hickersberger, allenatore della selezione austriaca. L’austria rischia stasera di uccidere i (pochi, per la verità) sogni di gloria del popolo calcistico asburgico. nonostante una bella prova di lotta e impegno contro la croazia, la squadra non ha convinto i propri tifosi, che non la considerano all’altezza. bisogna però dire che il campionato austriaco non offre più quei brattback di una volta (o era norvegese..?) grazie a cui l’austria spopolava nei memorial volpi con il primo ISSpro.
austria e polonia si troveranno di fronte in una partita dove si giocano la sopravvivenza, così come è successo ieri a turchia e svizzera. i volenterosi svizzeri, passati in vantaggio con il turco yakin, si sono fatti raggiungere dagli uomini talentati ma confusionari di terim, che deve sicuramente ringraziare il suo portiere volkan, autore di parate nello stile del migliore ed warner. È stata una partita intensa e piacevole, iniziata con tattica, poi la pioggia l’ha trasformata in un vera e propria battaglia. la turchia, dopo aver raggiunto la svizzera, passa al 92 in un finale di partita al cardiopalma

Annunci