pensa il senso della vita. poi, pensa al genere umano. intendo quello sceso dagli alberi, quello che con uno sforzo iperboreo plasma e modula le proprie corde vocali e scopre un nuovo e vasto mondo di comunicazione. poi si mette delle armi in mano, e la comunicazione si fa metallica e mortale. cazzi loro, per carità. meno male che il mondo è lontano, come dice saggiamente mafalda. purtroppo per noi il nostro fantacalcium si basa su un campionato che si svolge in italia. non è quindi la prima volta che veniamo disturbati dalle guardie e i ladri che giocano al maschio forte. c’è violenza fin dall’inizio. ieri passeggiavo per la rambla del raval. dei ragazzi si stavano girando uno spinello mentre la polizia passava facendo commenti sulle turiste bionde. si fermano a parlare con una ragazza dicendole che non si possono bere alcolici per strada. lei risponde che senza una birra il suo kebab non scende. i poliziotti non negano l’evidenza e lasciano perdere. si discute l’amore, ci sono distanze, non ci sono paure. forse buonsenso?
in altri posti, invece, non si discute di calcio, non si discute di politica, non si discute d’amore. i giornali, quegli altri posti, sono pieni di terrore, di ragazzini che si spinellano e poi uccidono, di tette culi e calcio per calmare e agitare, petrolio che rincara per misteriosi motivi, politici che sbavano e si avventano sulle carcasse che l’attualità propone loro.

non ho ancora fatto i calcoli, quindi non so quanto possa aver fatto contro alessio. aspetto di sentire la proposta del presidente per formarmi un’idea definitiva, ma tre partite non giocate mi sembrano molte e compilare i voti con tutti sei politici mi mette la tristezza. si, forse sarei per l’annullamento.

Annunci